Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Covid Italia, ricoveri in aumento nel bollettino del 25 ottobre. E il tasso di positività sale all’1,1 per cento


Boom dei ricoveri nel bollettino sul Coronavirus in Italia del ministero della Salute e della Protezione Civile: sono 106 in più rispetto a ieri i pazienti nei reparti ordinari, mentre scendono leggermente le terapie intensive. Crescono, anche se di poco, i decessi, mentre calano i contagi Covid, ma fronte di un numero quasi dimezzato di tamponi, tant’è che il tasso di positività torna sopra l’1%. “Sembrerebbe che ci sia qualche movimento nell’aumento dei casi – ha detto in mattinata il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, a ‘Radio Cusano Campus’ – che al momento non rappresenta nulla di preoccupante, ma va tenuto sotto controllo”.

“Indice Rt sopra 1”, secondo i valori del Covindex

Sulla situazione negli ospedali, Cartabellotta ha spiegato come “negli ultimi 2-3 giorni si sta vedendo qualche piccolissimo movimento sulle terapie intensive, ma si tratta comunque di numeri bassi che non dovrebbero creare problemi di alcun genere. Gli over 50 non vaccinati sicuramente rappresentano una criticità sul fronte dell`aumento delle ospedalizzazioni”. È fondamentale procedere con la terza dose: il richiamo aggiuntivo riguarda per il momento over 80, soggetti immunodepressi, personale e ospiti delle Rsa e operatori sanitari, ma secondo il portavoce del Cts, Silvio Brusaferro, “è uno scenario verosimile” l’estensione a tutta la popolazione. 

“Rischiamo 100 morti al giorno. Subito la terza dose agli over 60”

Non solo vaccini: l‘Agenzia europea dei medicinali (Ema) ha avviato la revisione in tempo reale dei dati sul farmaco antivirale orale Molnupiravir sviluppato da Merck Sharp & Dohme, in collaborazione con Ridgeback Biotherapeutics per il trattamento del Covid negli adulti. La decisione di avviare la revisione continua “si basa sui risultati preliminari di studi di laboratorio (dati non clinici) e studi clinici”, si legge nella nota dell’Ema. Questi studi suggeriscono che il medicinale “può ridurre la capacità di SARSCoV2 di moltiplicarsi nell’organismo, prevenendo così il ricovero o la morte nei pazienti con Covid-19″.

Molnupiravir, arriva la pillola anti Covid: cos’è e come funziona

Ecco i farmaci anti-Covid candidati a entrare sul mercato

Il bollettino Covid del 25 ottobre

Ancora in calo la curva epidemica in Italia, ma boom di ricoveri nei reparti non critici (+106). I nuovi casi nelle ultime 24 ore sono 2.535 contro i 3.725 rilevati ieri. Diminuisce il numero dei tamponi, 222.385 (ieri 403.715), complice il week end, con un tasso di positività che sale all’1,1% (+0,2%). In aumento i decessi, 30 (ieri 24), per un totale di 131.856 vittime dall’inizio dell’epidemia. Le terapie intensive sono in calo di 3 unità (ieri +3) e sono 338 con 16 ingressi del giorno, mentre sono in crescita i ricoveri, in rialzo da alcuni giorni: sono 2.579 (+106). La regione con più casi oggi è la Sicilia (+443), seguita da Lazio (+386), Emilia Romagna (+362) e Campania (+253). I casi totali, da inizio epidemia, sono 4.743.720. I guariti sono 2.626, cala il numero degli attualmente positiviche sono 74.654 (121 in meno rispetto a ieri). Di questi 71.737 sono in isolamento domiciliare.

Regioni / Sicilia

In Sicilia sono 443 i nuovi casi scoperti da 10.037 tamponi processati con un il tasso di positività pari al 4,4%. Nelle ultime 24 ore non si registrano decessi (ieri erano stati  7). I guariti sono 81 e gli attualmente positivi 7.030 (+362 rispetto a ieri). Nei reparti ordinari ci sono 290 pazienti, mentre sono 39 i ricoverati in terapia intensiva con nessun nuovo ingresso. In isolamento domiciliare ci sono 6.701 persone.

Lazio

Nel Lazio, su 7.787 tamponi molecolari e 7.815 tamponi antigenici per un totale di 15.602 tamponi, si registrano 386 nuovi casi positivi (-73) e 5 decessi (+2). I ricoverati sono 358 (+23), 49 le terapie intensive (-1) e 359 i guariti. il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,4%. I casi a Roma città sono a quota 145. Lo ha comunicato l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato.

Emilia-Romagna

È in crescita il numero di nuovi casi giornalieri di Coronavirus in Emilia-Romagna. Nelle ultime 24 ore sono 362 i contagi rilevati con 15.023 tamponi, 144 asintomatici. Tra le province, Modena al primo posto con 93 positivi, segue Bologna con 57 (più 27 dell’Imolese), Parma 40. I guariti sono 901 in più, i casi attivi 544 in meno, per un totale di 9.485, il 96,6% in isolamento a casa. Si registrano altri cinque morti: due in provincia di Parma, uno in provincia di Bologna, due in provincia di Ravenna. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 32 (-1), 287 quelli negli altri reparti Covid (+5).

Campania

Sono 253 i nuovi casi di Covid individuati in Campania nelle ultime 24 ore dall’analisi di 9.655 test tra molecolari e antigenici. Si registrano inoltre 7 decessi. Dei 656 posti letto di terapia intensiva disponibili ne sono occupati 17, mentre dei 3.160 posti letto di degenza disponibili ne sono occupati 183.

Veneto

Sono 220 i contagi scoperti in Veneto nelle ultime 24 ore. Un dato nettamente più basso rispetto al trend degli ultimi giorni, dovuto alla minor attività di tracciamento nel weekend. Non si registra nessun decesso: il totale delle vittime resta fermo a 11.815 da inizio pandemia. I soggetti attualmente positivi sono 9.418. (+139). Risalgono leggermente i ricoveri ospedalieri: sono 204 (+4) i malati nei reparti non critici e 31 (invariato rispetto a ieri) quelli nelle terapie intensive.

Toscana

Sono 211 i casi di positività rilevati nelle ultime 24 ore in Toscana dall’analisi di 4.952 tamponi molecolari e 6.294 tamponi antigenici rapidi (tasso di positività a 1,9%). Gli attualmente positivi sono 5.114, -0,5% rispetto a ieri: tra questi i ricoverati sono 259 (11 in più rispetto a ieri), di cui 24 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registrano 3 nuovi decessi: 3 donne con un’età media di 90,3 anni.

Lombardia

Con 32.829 tamponi effettuati sono 119 i nuovi casi di Covid registrati in Lombardia, con un tasso di positività in discesa allo 0,3%. Stabile il numero di ricoverati in terapia intensiva (48) e in lieve aumento i pazienti nei reparti (+4, 280). Nelle ultime 24 ore si rileva un decesso che porta il totale a 34.142 morti da inizio pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 53 i positivi segnalati a Milano (di cui 21 a Milano città), 11 a Bergamo, 12 a Brescia, 2 a Como, 5 a Cremona, 0 a Lecco, 2 a Lodi, 4 a Mantova, 11 a Monza, 4 a Pavia, 1 a Sondrio e 4 a Varese.

Calabria

Nelle ultime 24 ore in Calabria si registrano 106 contagi, su 1.986 tamponi effettuati, e 4 morti con il totale delle vittime che sale a 1.444 da inizio emergenza. Con 154 nuovi guariti gli attualmente positivi scendono di 52 unità. Sostanzialmente stabile la pressione ospedaliera: sono 2 in più, rispetto a ieri, i ricoverati nei reparti ordinari, mentre diminuiscono di un’unità i pazienti in terapia intensiva (ora 6).

Piemonte

Stabile il numero dei ricoverati Covid in Piemonte: in terapia intensiva sono 20, esattamente come ieri, negli altri reparti 186 (+1). I nuovi casi accertati sono 105, su un totale di 45.783 tamponi processati (42.331 antigenici) per un tasso di positività di 0,2%. Il bollettino odierno segnala anche un decesso. Le persone in isolamento domiciliare sono 3.558, i guariti 118.

Puglia

Oggi in Puglia si registrano 82 nuovi casi di Coronavirus su 14.711 test (incidenza 0,55%) e zero morti. I nuovi casi sono così distribuiti: 8 in provincia di Bari, 3 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 5 in provincia di Brindisi, 45 in provincia di Foggia, 12 nel Leccese, 2 nel Tarantino. Gli attualmente positivi sono 2.358: tra questi 132 sono ricoverate in area non critica e 18 in terapia intensiva.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati complessivamente 71 nuovi contagi: 64 dall’analisi di 1.460 tamponi molecolari con una percentuale di positività dello 4,38% e 7 da 4.790 test rapidi antigenici (0,15%). Nella giornata odierna si registra un decesso. Sono 8 le persone ricoverate in terapia intensiva mentre sono 54 i pazienti ospedalizzati in altri reparti.

Liguria

Sono 46 i nuovi positivi al Covid scoperti oggi in Liguria a fronte di 1.323 tamponi molecolari e 3.611 test antigenici rapidi. Si registra anche un morto. Negli ospedali ci sono 3 pazienti in più di ieri, per un totale di 72 ricoverati, di cui 10 in terapia intensiva.

Marche

Nelle Marche si registrano 45 nuovi casi e quattro morti che portano a 3.099 le vittime da inizio pandemia. Cresce leggermente la pressione ospedaliera: sono 14 i pazienti sia in terapia intensiva (+2) sia in semintensiva (invariato rispetto a ieri), mentre nei reparti ordinari sono ricoverate 30 persone (+1).

Le altre regioni

Boom di ricoveri di pazienti Covid (50, +7), 22 casi e nessun decesso in Alto Adige, dove non si escludono lockdown per i non vaccinati. Aumentano i ricoveri anche in Trentino dove nelle ultime 24 ore si registrano 18 nuovi casi e zero morti. In Umbria 14 contagi, sette in Abruzzo, sei in Basilicata e cinque in Molise. Due vittime e 13 nuovi positivi in Sardegna. Un solo caso in Valle D’Aosta.

Source

“https://www.immediato.net/2021/10/25/covid-italia-ricoveri-in-aumento-nel-bollettino-del-25-ottobre-e-il-tasso-di-positivita-sale-all11-per-cento/”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui